BENDAGGI FUNZIONALI

DI COSA SI TRATTA

Il bendaggio funzionale è una tecnica di immobilizzazione (contenzione) parziale (o dinamica), utilizzando bende adesive estensibili ed inestensibili opportunamente combinate e disposte, si propone di ottenere la protezione ed il sostegno di strutture muscolo - tendinee e/o capsulo-legamentose volta a ridurre i tempi di guarigione rispetto alle metodiche di immobilizzazione tradizionali. Un'articolazione viene infatti messa in scarico e protetta, soltanto nella direzione di movimento dolorosa o patologica. Tale tecnica fu messa a punto e introdotta in fisioterapia negli anni 60 da un gruppo di ricercatori americani.

Il bendaggio funzionale può essere utilizzato per scopi preventivi, terapeutici o riabilitativi.

Le controindicazioni al confezionamento di un bendaggio funzionale sono la presenza di fratture recenti, rotture tendinee, lesioni ampie aperte, allergia agli adesivi delle bende, turbe circolatorie in genere e malattie dermatologiche.

Non può essere bagnato.

Il metodo del Kinesio-tape che nasce in Giappone 35 anni fa e ha avuto la sua prima "esposizione" internazionale in occasione delle Olimpiadi di Seul nel 1988, nel corso degli anni ha allargato la sua diffusione in tutto il mondo.

Il Kinesio-tape riduce il dolore e facilita il drenaggio linfatico tramite il sollevamento della pelle. La superficie corporea coperta dal Kinesio-tape forma delle convoluzioni sulla pelle aumentando lo spazio interstiziale. Appena il corpo si muove, il tape funzionerà come una pompa, stimolando continuamente la circolazione linfatica nella funzione di drenaggio, ottenendo anche un'attenuazione dell'irritazione sui recettori del dolore della pelle. Le applicazioni possono aiutare a ridurre l'infiammazione, il dolore, la fatica e il dolore muscolare, aumentare il ROM, correggere la postura, ridurre la possibilità di infortuni.
Il Kinesio-tape ha avuto negli anni un continuo aggiornamento basato sull'esperienza clinica e sulla ricerca di istruttori certificati in tutto il mondo. Viene usato in molteplici aree della fisioterapia e della riabilitazione come supporto ad altre tecniche migliorandone effetti e risultati.

È indicato nel trattamento di danni muscolari da sport, trattamento dell'edema e gestione del dolore, infiammazioni e rigidità articolari, affaticamento muscolare, supporto della correzione dell'atteggiamento posturale attraverso la facilitazione o l'inibizione della contrazione muscolare di specifici gruppi muscolari, postumi di traumi.